ALLARMANTI I TAGLI CHIESTI ALLE ASL DALLA GIUNTA REGIONALE PIEMONTESE

Tagli alla sanitÓNonostante le pressanti esigenze curative delle persone malate croniche non autosufficienti, la nuova Giunta regionale piemontese ha deciso la riduzione delle prestazioni domiciliari e residenziali (cfr. la Dgr. 30 del 30 aprile 2010).

I Direttori dei Consorzi socio-assistenziali lanciano un appello (La Stampa 12 luglio 2010)

 

L'appello sottoscritto dai direttori dei Consorzi

 

Ordine del giorno per la devoluzione delle spese militari a favore del fondo sanitario nazionale e del fondo nazionale politiche sociali (Consiglio regionale del Piemonte - 8 luglio 2010)

 

L'assessore alla SanitÓ Ferrero afferma che in realtÓ non vi sono tagli ai disabili ("Regione Piemonte Notizie" 1 luglio 2010)

 

Assistenza, sussidi per le famiglie, promessi da Bresso e mai arrivati ("La Repubblica"  25 giugno 2010)

 

SanitÓ, si teme per i posti letto ("Metro"  4 giugno 2010)

 

SanitÓ, le associazioni si appellano a Cota: non tagliate i servizi ("Cronaca Qui"  3 giugno 2010)

 

Liste di attesa per gli anziani ferme al 2007 ("Il Giornale del Piemonte"  3 giugno 2010)